volantino_staranzano

volantino_gradisca


 
 


NON E' PIU' POSSIBILE ISCRIVERSI AGLI EVENTI CAUSA RAGGIUNTA CAPIENZA DELLE SALE!


Settimana Regionale di Educazione allo Sviluppo Sostenibile
(22 - 28 Ottobre 2018
).

 Scienza Under 18 Isontina organizza

due eventi il 24 e 25 ottobre 2018

1) in collaborazione con ARPA – Laboratorio Regionale di Educazione Ambientale e ISIS B.E.M. di Gradisca/Staranzano un incontro – dibattito, aperto a studenti (scuola secondaria di I e II grado), docenti e cittadini, che si terrà

mercoledì 24 ottobre in orario antimeridiano (9-12)
Auditorium dell’ISIS Brignoli-Einaudi-Marconi
 via Mattei, 12 – Staranzano 

“Circolarità o linearità, rigenerazione o degrado delle risorse: che fare? Impariamo dalla natura”

La natura non produce rifiuti. Ciò che viene scartato da un individuo diventa risorsa per altri. Nel corso della storia, l’uomo dalla società primitiva, ancora aderente al modello di economia circolare naturale, è passato sempre più verso una società a economia lineare dove la logica dell’usa e getta è imperante. Il problema dei rifiuti diventa sempre più pressante e va ad aggiungersi ad altri problemi ambientali, economici, sociali, etici. Che fare?

I principi dell’economia circolare sono considerati, sia dall’industria che dai decisori politici, la soluzione più recente ai problemi ambientali generati dal modello di consumo usa e getta della nostra società: la circolarità e capacità rigenerativa dei processi naturali, dove il rifiuto e lo spreco non esistono, si contrappone alla linearità delle attività umane di produzione e consumo, dove lo sfruttamento delle risorse, lo spreco e il rifiuto stanno diventando sempre più insostenibili per l’ambiente. E non è da meno neanche il settore moda - produzione e uso delle fibre tessili e dei materiali per il confezionamento di indumenti, ecc., le cui problematiche sono poco note soprattutto al pubblico giovane, che peraltro è molto sensibile ai dettami della moda e alla pubblicità pressante dei media e dei social: dall'utilizzo di materiali e fibre sintetiche (anche se in alcuni casi derivanti dal riciclo), che contribuiscono alla contaminazione da microfibre dell’ambiente non solo marino, allefiliere produttive più o meno eco-sostenibili, all'uso di sostanze pericolose e nociveche a contatto con il corpo umano possono provocare varie tipologie di reazioni e interferenze biologiche, alle possibili soluzioni, ecc.

2) in collaborazione con l’ISIS B.E.M. sez. Brignoli di Gradisca un incontro – dibattito, aperto a studenti (ultimo anno scuola primaria e scuola secondaria) docenti e cittadini

giovedì 25 ottobre in orario antimeridiano (10-12)
Aula Magna dell’Istituto Brignoli di Gradisca d’Isonzo
 via Roma 9

“Quale impronta lasci sul pianeta Terra?”

Tutti noi per vivere abbiamo bisogno di sfruttare le risorse che la natura ci offre. Quanti di questi beni stiamo utilizzando? Come facciamo a sapere se stiamo consumando troppo e quanto ci rimane ancora a disposizione? L’impronta ecologica è un indicatore che permette di misurare la domanda dell’uomo nei confronti del Pianeta: come un grande piede sulla sabbia bagnata è un segno del nostro passaggio sul mondo.

Nel corso dell’incontro si parlerà di impronta ecologica, ma anche idrica e del carbonio, come indicatori della sostenibilità dei nostri stili di vita e ci si interrogherà su quali siano le scelte possibili da fare ogni giorno affinché lo sfruttamento delle risorse per soddisfare i nostri bisogni non impatti in modo distruttivo con le capacità rigenerative del Pianeta.


 
Qui il programma di mercoledì 24 ottobre
Qui il programma di giovedì 25 ottobre
Qui il modulo di adesione
 

Associazione Scienza Under 18 Isontina  - scrivi a:  info
  Site Map